I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da questo sito

user_mobilelogo

Banner Anidra UP e learning prova BASE

 

 Case-paglia.jpg

 

Workshop di ashtanga vinyasa yoga

 

yoga in classe, corso formaione insegnanti, corso formazione certificata liguria, anidra

 

corso istruttori tai ji quan, corso insegnanti tai ji quan, corso formazione tai ji quan liguria

 

corsi ecm, formazione ecm, comunicazione ecm, ecm liguria

 

arti marziali a scuola, corso arti marziali scuola liguria

 

 

 

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Armando Lombardi

armando

 

 

 

 

 

 

 

Filosofo e docente di Filosofia Teoretica, pratica filosofica, counseling filosofico, storia della psicanalisi e storia comparata delle filosofie perenni.
Armando Lombardi, è nato a Salerno nel 1956. Dopo gli studi classici e il servizio militare in marina, nel "battaglione San Marco si trasferisce a Verona, dove frequenta l'accademia di belle arti, e poi a Venezia, dove studia con Emilio Vedova. A Londra per un anno, studia al "College of applied fine arts". Nel 1980 va a vivere a Milano, dove si iscrive alla facoltà di filosofia con indirizzo psicologico: è allievo di Ludovico Geymonatt (filosofia della Scienza) Dino Formaggio, Estetica e filosofia del linguaggio, Carlo Sini (filosofia teoretica), Maurizio Ferraris (storia del pensiero filosofico), Giulio Giorello (filosofia della scienza); Franco Fornari (psicoanalisi del linguaggio); Vanni (psicoanalisi della creatività artistica e scientifica), Emanuele Severino (storia della filosofia). Dopo la fine del terzo anno, viene ammesso presso la più prestigiosa scuola di scienze umane e psicoanalisi e psicologia applicata: l'Istituto di Indagini Psicologiche, diretto da Marco e Rolando Marchesan. Qui, acquisice le seguenti specializzazioni: applicazioni non cliniche dell'ipnosi e delle tecniche di rilassamento profondo; fonoterapia, strutture simboliche nella pratica degli sport estremi e nei processi creativi. Svolge una analisi decennale personale (ad orientamento Junghiano) e una analisi didattica di quattro anni ad orientamento adleriano. Contemporaneamente, viene ammesso alla prestigiosa scuola di scrittura drammaturgica del piccolo teatro di Milano, dove studia con Giuseppe di Leva, Ettore Capriolo, Tino Schirinzi, Carmelo Bene, Massimo Castri ed altri protagonisti della scena intellettuale milanese. Viene chiamato da Giuseppe di Leva a collaborare alla trasformazione in libretto d'opera dell'Adelchi di Alessandro Manzoni, in seguito interpretato da Carmelo Bene. Scrive il brano teatrale in due atti intitolato "Frammenti": una riflessione sulla condizione dell'arte contemporanea. Frammenti verrà rappresentato al teatro comunale di Firenze e diversi teatri dell'ETI. Negli anni '80, svolge un lavoro a quattro mani con il grande artista Luca Crippa: Crippa illustra i versi composti da Armano Lombardi e raccolti in una pubblicazione intitolata: "i versi del morto orale". Continua e completa i suoi studi filosofici presso il Goethe Institute di Napoli, con una tesi monografica sulla relazione tra le filosofie di Husserl ed Heidegger. Compie l'intero percorso di formazione in Counseling (nove anni), fino a diventare supervisor. Si diploma, dopo un quadriennio, in Naturopatia: i suoi titoli sono attestati da ASI DBN DOS, che gli riconosce il massimo livello di attestazione: Docente/caposcuola. Frequenta il la Scuola post universitaria dell'Università di Anghiari, dove si diploma in "Scrittura Clinica". Agli inizi degli anni 2000, studia in Svizzera, acquisendo il dottorato quadriennale in Storia comparata della filosofia e della psicoanalisi, con una tesi su Lacan, e i fondamenti epistemologici delle teorie della personalità. E' autore di sette libri: Il Ladro di Rose (sugarco), a 23 anni, che entra nella cinquina finalista del premio strega; Apnea disciplina dell'Aria e dell'Acqua (99), per Sperling & Kupfer. Sempre per lo stesso editore, scrive tre libri dedicati alla filosofia degli sport estremi, ed è il primo autore a trattare quello che definisce "Il Fattore Ulisse", ovvero quella predisposizione che in alcuni individui spinge verso l'estremo. Alcune sue intuizioni, anticipano ciò che le moderne neuroscienze hanno solo da poco confermato, ovvero la presenza di un gene specialistico, nel genoma, detto il gene del "coraggio". Scrive, riferendosi alla struttura olistica e filosofica del counseling, Dal Clinico All'Olistico (Il Mio libro). Nel 2007, Claudio Fausti, sceneggiatore di Rai Cinema, gli dedica il film: Meridiano Perduto-apnea appunti di un viaggio interiore, che viene premiato quale miglior lungometraggio d'autore al festival di Antibes. Nel 2008, scrive per EDOLIMPIA "Il Libro dell'Apnea", che vince il premio Jaguar per la migliore opera sullo sport, trasformando l'apnea da sport in disciplina dello spirito. Attualmente è impegnato nella stesura del nuovo romanzo: "Tra Le Trame del Bianco". Negli ultimi anni, in margine ai suoi approfondimenti sul confine tra filosofia e psicoanalisi, produce una notevole letteratura, che trova il suo fondamento in molti  importanti ascendenti: Sartre, Jaspers, Kierkegaard, Heidegger, Baunman, Gofman e Durkeim. Gli ultimi tre, sono sociologi: si occupa di costruire un tracciato di pratiche corporee, individuali e di gruppo, al fine di ristrutturare la dimensione della interazione simbolica. Approfondisce il pensiero di James Hillman, Aldo Carotenuto, Italo Calvino, Francois Cheng, Umberto Galimberti (con il quale studia pratica filosofica a Venezia) ed Bernard-Henri Lévy, per la parte antropologica e molti altri autori. Si distacca dalla psicoanalisi e riscatta la filosofia con moltissimi interventi in congressi e con fiumi di pagine, dall'egemonia del pensiero clinico. Arriva a concludere la sua geografia culturale, pervenendo all'assunto che la psicologia abbia mutuato a se stessa ciò che non le era proprio, e in accordo con gli autori sopra citati, ne attacca il fondamento epistemico. Si rivolge ancor più decisamente, dopo l'incontro con Paolo Bendinelli, Filosofo e maestro di pratiche mentali e corporee, presidente di ANIDRA e di ANIDRA UNIVERSITA' Popolare, alla preziosa dimensione del "fare anima", in senso Hillmaniano e Galimbertiano: riscatta, cioè, la natura del corpo vissuto (che è anima in movimento), rispetto a quella del "corpo oggetto o corpo consumo", e diventa Maestro di Mindfullnes: Crea un suo protocollo di attivazione Psiconeurobiologica, chiamato OKEANOS ( marchio registrato Oceano Corpo): sequenze motorie, a secco e in acqua, per trasformare le frequenze elettriche del cervello ed attingere dalle dimensioni del profondo. Il Lògos, che è il terreno elettivo della filosofia, nella attività degli ultimi anni si interseca con il lavoro sul corpo, in gruppo e con singoli. Ama ricordare due cose: "l'Io è sostanzialmente Corpo; un corpo che agisce come potenza operante tra le cose che il mondo gli offre", "L'uomo è un animale di branco ed è solo nel branco che si realizza il "fare anima di Hillman". Fuori dalla relazione e dalla interazione gruppale, non esiste identità, poichè, quest'ultima non è il prodotto della solipsistica "Volontà di Potenza: è l'altro, con le sue restituzioni, a darci conferma di ciò che siamo. Dal 2016 è membro del comitato scientifico di ANIDRA UNIVERSITA' Popolare, e docente di: Filosofia Teoretica, Storia delle Psicoanalisi, Antropologia Sociologia, Tecniche di Rilassamento Profonde e pratica Filosofica, Storia Comparata delle Filosofie Perenni. Tra i corsi curriculari ed extra curriculari che terrà nell'Università Anidra: Storia Comparata delle Filosofie Perenni per gli operatori del benessere, Mindfulness, Semeiotica psicopatologica per gli operatori del benessere, Oceano Corpo e Scrittura Clinica o Autobiografica Assistita: un eccellente strumento di autoriflessione e auto-rappresentazione. 

 

I suoi contatti sono: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (3336340073 )

www.arcipelaghi.org